........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Assoesco (audizione del 9 settembre 2020) #adessonews

Necessità di stabilizzare o estendere l’incentivo, dal momento che la data di scadenza non appare congrua con i tempi di programma-zione degli interventi.

Impianti fotovoltaici

Necessità di riconoscere il « superbonus » per gli impianti fotovol-taici anche in assenza di interventi trainanti.

3.5 ASSOIMMOBILIARE (audizione del 9 settembre 2020)(19) Estensione soggettiva e oggettiva del « superbonus » e possibili misure connesse

Necessità di:

estendere il « superbonus » anche agli immobili non residenziali e agli edifici di proprietà di investitori immobiliari;

applicare l’ecobonus e il sismabonus anche nei confronti degli OICR immobiliari;

estendere anche agli OICR immobiliari la possibilità di benefi-ciare della possibilità di riconoscere all’acquirente delle unità immo-biliari la detrazione di imposta prevista dall’articolo 16-bis TUIR nel caso di interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrut-turazione edilizia, riguardanti interi fabbricati che siano ceduti entro diciotto mesi dalla data di termine dei lavori;

trainati sono ricomprese nell’intervallo di tempo individuato dalla data di inizio e dalla data di fine dei lavori per la realizzazione degli interventi trainanti ».

(18) In merito l’Agenzia delle entrate (circolare N. 24/E) ha chiarito che nel caso in cui l’edificio si trovi già in classe energetica A3 basterà salire alla classe successiva A4 per veder riconosciuta la detrazione al 110 per cento.

(19) Assoimmobiliare ha formulato anche una serie di proposte in materia di incentivi per la rigenerazione urbana che, in quanto tali, non appaiono afferenti al tema del

« superbonus » qui in esame.

ridurre in forma modulare il carico impositivo ai fini IMU, con esenzione dall’imposta per tutto il periodo delle attività di riqualificazione/

ristrutturazione dei fabbricati, laddove tali interventi consentano l’ac-quisizione di determinati livelli di efficienza energetica e/o determinate caratteristiche di sicurezza antisismica, con conseguente riduzione permanente del 50 per cento dell’imponibile IMU dall’ultimazione dei lavori alla conclusione del terzo periodo d’imposta successivo, seguita infine da una riduzione permanente di tipo premiale;

ridurre l’aliquota IVA per alcune forniture energeticamente pre-stanti, con aliquota ridotta sugli interventi di installazione di materiali, inclusi gli isolanti, che favoriscano il risparmio energetico, nonché sugli interventi di rinnovo degli impianti di riscaldamento centralizzati.

3.6 ASSOCIAZIONE DEI MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO (audizione del 30 settembre 2020)

Sconto in fattura esercitata direttamente dal fornitore

Necessità di consentire, qualora vi siano condòmini irreperibili, inerti, morosi, che l’opzione sconto in fattura possa essere esercitata direttamente dal fornitore(20).

Opzione per lo sconto in fattura. IVA e liquidità fornitore Necessità di:

consentire l’immediato utilizzo del credito d’imposta tramite compensazione con altre forme di tributo(21);

chiarire se sullo sconto in fattura andrà emessa fattura unica o frazionata per i vari optanti.

Compensi dell’amministratore di condominio

Necessità di riconoscere tra le spese ammesse il compenso per le attività dell’amministratore connesse all’applicazione degli interventi

« superbonus » nei limiti di congruità asseverati dal tecnico abilitato.

Profili penali nelle ipotesi di corruzione

Necessità di chiarire se la natura giuridica del condominio con-senta di ricondurlo nell’alveo degli « enti privati » ai fini dell’applica-bilità delle disposizioni penali rilevanti per le ipotesi di corruzione.

Copertura finanziaria

Necessità di disciplinare/chiarire l’ipotesi di esaurimento del fondo annualmente stanziato per il « superbonus ».

(20) V. nota 13.

(21) Tale compensabilità risulta applicabile con le altre forme di tributo a mezzo mod.

F24 « non prima del 1° gennaio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese » (v. citato provvedimento dell’Agenzia delle entrate dell’8 agosto 2020, paragrafo 5.1).

3.7 CONFESERCENTI (audizione del 30 settembre 2020) Trasformazione in credito di imposta

Necessità di trasformare la detrazione in credito d’imposta in capo all’impresa cessionaria(22), così da non vincolarla a sostenere i costi di una ulteriore cessione vero istituti bancari.

Riportabilità del credito

Necessità di consentire il riporto agli anni successivi delle quote di detrazione non utilizzate.

Durata dell’incentivo

Necessità di prorogare i termini di scadenza per l’accesso al beneficio fino al 2025.

Altre osservazioni/proposte Necessità di:

semplificare la normativa;

irrogare le sanzioni solo in caso di dolo o colpa grave;

estendere il « superbonus » agli interventi di rimozione di bar-riere architettoniche.

3.8 ABI (audizione del 7 ottobre 2020) Libera cedibilità e riportabilità del credito Necessità di:

rimuovere i limiti all’utilizzo dei crediti d’imposta ceduti;

consentire il riporto agli anni successivi delle quote di detrazione non utilizzate.

Concorso in violazione (responsabilità solidale)

Necessità di chiarire l’esatta portata del concorso in violazione previsto all’articolo 121, comma 6, del DL rilancio.

Durata dell’incentivo

Necessità di stabilizzare l’incentivo o, in subordine, estenderne la durata ad annualità successive al 2021.

Compensi dell’amministratore di condominio

Necessità di riconoscere tra le spese ammesse il compenso per le attività dell’amministratore connesse all’applicazione degli interventi da « superbonus ».

(22) Ibidem.

Ampliamento tipologia crediti cedibili

Necessità di ampliare la possibilità di cedere i crediti fiscali anche per i lavori eseguiti prima del 1° luglio 2020, nonché a tipologie agevolative ora escluse (« mobili », bonus « sistemazione a verde », riqualificazione e miglioramento delle strutture ricettive turistico-alberghiere).

Necessità di chiarimenti per il settore bancario

Necessità di chiarire le modalità di trattamento della posizione creditoria acquisita ai fini del bilancio e delle regole di vigilanza prudenziale, nonché di segnalazione nella Centrale dei rischi.

3.9 ENEA (audizione del 7 ottobre 2020)

Necessità per i professionisti tecnici di aggregarsi onde poter far fronte alla complessità e dimensione delle attività connesse all’istituto del « superbonus ».

3.10 Fondazione INARCASSA (audizione del 7 ottobre 2020) Estensione durata incentivo e snellimento procedure

Necessità di:

prorogare il termine di almeno 3 anni, o addirittura stabilizzare la misura;

prorogare anche la detrazione nella misura del 90 per cento (c.d.

bonus facciate), in scadenza a fine 2020;

snellire la complessità burocratica delle procedure da attivare.

Priorità per analisi di vulnerabilità sismica

Necessità di subordinare gli interventi di efficientamento energe-tico ad una analisi di vulnerabilità sismica di tutti quei fabbricati realizzati prima della modernizzazione della disciplina antisismica (legge 64/1974).

Estensione benefici fiscali del « superbonus »

Necessità di estendere i benefici fiscali del « superbonus » anche alla sola fase di classificazione e verifica sismica degli immobili.

Tutela della professione Necessità di:

chiarire il motivo per cui siano stati estesi i controlli da parte dell’Agenzia delle entrate fino a 8 anni con multe fino al 200 per cento della detrazione usufruita;

chiarire se l’obbligo di stipula della polizza assicurativa sia da intendersi in termini di adeguamento ai massimali della polizza RC professionale « generica » o se sia necessario stipulare una polizza ad hoc;

riconoscere l’anticipo delle spese tecniche con l’accettazione dell’incarico professionale;

inserire una nuova figura terza e indipendente che assuma il ruolo di Coordinatore Tecnico/Supervisore Lavori, che curi gli interessi del committente e dello Stato.

Regolarità urbanistica dell’edificio

Necessità di chiarire come vadano considerate le non conformità dell’immobile, anche con il contributo dell’Agenzia delle Entrate.

Estensione compensazioni per i professionisti

Necessità di estendere la compensazione dei crediti di imposta a tutti i crediti di natura professionale vantati dagli ingegneri e dagli architetti maturati verso la Pubblica Amministrazione.

Cessione del credito

Necessità di frazionare la cessione nelle singole quote annuali dei crediti fiscali.

Ulteriori prospettive ecologiche

Necessità di integrare la normativa con obiettivi di bioedilizia.

3.11 CONSIGLIO NAZIONALE INGEGNERI E CONSIGLIO NA-ZIONALE GEOMETRI (IN RAPPRESENTANZA DELLA RETE PRO-FESSIONI TECNICHE) (audizione del 14 ottobre 2020)

Estensione durata incentivo

Necessità di estendere il periodo di vigenza dell’incentivo almeno fino alla fine del 2024.

Limiti per l’accesso agli incentivi fiscali

Necessità di riconsiderare la condizione del miglioramento di due classi energetiche, non essendo sempre facile da raggiungere attraverso gli interventi incentivati con la sola sostituzione della centrale termica.

Eccessivo carico documentale per famiglie e professionisti

Necessità di rivedere, semplificare e ridurre la documentazione oggi imposta dalla normativa vigente.

Interventi di efficientamento energetico combinati con verifica di vulnerabilità sismica

Necessità di subordinare alcune tipologie di interventi per il risparmio energetico, quali il cappotto termico, ad una fase preliminare di diagnostica della resistenza delle strutture.

Sismabonus e asseverazioni dei professionisti tecnici

Necessità di chiarire come debba essere asseverata, nonché l’effi-cacia e i parametri di riferimento dell’asseverazione di cui al comma

13, lettera b), dell’articolo 119 del Dl n. 34/2020 per le opere di consolidamento.

Ravvedimento operoso per le attività preliminari alla progetta-zione, certificazione e attestazione

Necessità di prevedere un termine dal momento della conclusione dei lavori, entro il quale i professionisti tecnici possano procedere a un ravvedimento operoso.

Piano Nazionale di prevenzione del rischio sismico e Fascicolo digitale di fabbricato

Necessità di:

prevedere un obbligo di procedere alla classificazione sismica degli edifici secondo le regole del DM 65/2017;

prevedere un obbligo, per tutte le costruzioni che non rientrano tra quelle per le quali è possibile fare la classificazione sismica, di procedere alla valutazione della sicurezza;

prevedere un obbligo di assicurazione legata al rischio sismico a carico dei proprietari di immobili;

incentivare forme di monitoraggio delle costruzioni;

istituire un collegamento tra le attività di classificazione sismica e il Fascicolo digitale del fabbricato di cui al nuovo Testo Unico per le Costruzioni;

definire lo schema-tipo del Fascicolo di fabbricato recante la descrizione dell’immobile nel quale siano contenute tutte le informa-zioni relative allo stato di agibilità e di sicurezza.

Il nodo della conformità urbanistica dell’edificio

Necessità di introdurre un meccanismo di sanatoria immediata per quelle che possono essere definite come parziali difformità dal titolo edilizio.

Polizza assicurativa per RC professionale

Necessità di esonerare i professionisti iscritti ad appositi albi dalla sottoscrizione della polizza ulteriore, qualora già dispongano di una polizza assicurativa ex articolo 5, DPR 7 agosto 2012, n. 137, purché questa:

non preveda esclusioni relative ad attività di asseverazione;

preveda un massimale non inferiore a 500.000 euro;

garantisca, se in operatività di « claims made », un’ultrattività pari ad almeno 5 anni in caso di cessazione di attività e una retroat-tività pari anch’essa ad almeno 5 anni a garanzia di asseverazioni effettuate negli anni precedenti.

Criteri di qualificazione delle imprese esecutrici dei lavori di cui al sismabonus

Necessità di prevedere che le imprese esecutrici dei lavori debbano dimostrare di essere in possesso di capacità tecnica e imprenditoriale negli ambiti per i quali hanno luogo gli affidamenti dei lavori.

Rapporti tra global contractor e professionista tecnico

Necessità di individuare dei parametri di riferimento che consen-tano la piena salvaguardia e rispetto del principio dell’equo compenso per le attività di progettazione ed asseverazione, di competenza dei professionisti abilitati.

Testo Unico

Necessità di emanare un Testo Unico.

Cappotto termico interno

Necessità di un’interpretazione da parte dell’Agenzia delle entrate per approfondire il motivo per cui non possa essere riconosciuto il

« superbonus » per l’installazione del cappotto termico all’interno del-l’edificio, che pare priva di base normativa.

3.12 ASSOCIAZIONE GEOMETRI FISCALISTI – AGEFIS (audi-zione del 28 ottobre 2020)

Necessità di semplificazione

Necessità di semplificare l’intero quadro normativo e procedimen-tale.

Estensione durata incentivo

Necessità di estendere il periodo di vigenza dell’incentivo o stabi-lizzarlo.

Detraibilità spese professionali

Necessità di riconoscere la detraibilità delle spese connesse alla verifica dello « stato legittimo dell’immobile », la valutazione energetica, la progettazione preliminare, anche in caso di mancato avvio dei lavori.

Polizza assicurativa per RC professionale Necessità di:

prevedere la detraibilità della spesa per la polizza assicurativa ad hoc;

indicare con certezza il quadro di intervento da parte delle compagnie di assicurazioni.

Esclusione immobili « di lusso »

Necessità di rimuovere l’esclusione delle abitazioni di categoria catastale A/1(23), A/8 e A/9 in considerazione degli effetti sperequativi e disincentivanti della norma (comma 15-bis dell’articolo 119).

Immobili vincolati

Necessità di prevedere per tali immobili la possibilità di effettuare il « cappotto termico interno », o di procedere con la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale all’interno della singola unità immobiliare, senza subordinarla alla condizione del miglioramento di due classi energetiche.

Limite di due unità immobiliari

Necessità di eliminare il limite delle due unità immobiliari, prevista dal comma 10 dell’articolo 119 con riferimento alla riqualificazione energetica e non a quella antisismica(24).

Esclusione per gli immobili non residenziali

Necessità di estendere l’applicabilità del « superbonus » a tali immobili.

Edifici posseduti da un unico soggetto

Necessità di riconoscere l’applicabilità del « superbonus » anche nel caso di un edificio con due o più unità immobiliari posseduto da un unico soggetto(25).

3.13 POSTE ITALIANE (audizione del 28 ottobre 2020)

Poste italiane Spa ha illustrato le forme in cui entra nel campo degli interventi del « superbonus », in particolar modo nella sua veste di cessionario del credito di imposta.

(23) V. Come chiarito dall’Agenzia delle entrate nell’ambito della sezione FAQ « super-bonus », « i possessori o detentori delle unità immobiliari in categoria catastale A/1 possono fruire della detrazione per le spese sostenute per interventi realizzati sulle parti comuni dell’edificio in condominio », pur non potendone fruire per interventi « trainati » realizzati sulle proprie, in base al comma 15-bis dell’articolo 119 del dl Rilancio.

Sul tema delle delibere condominiali, inoltre, il menzionato decreto Agosto ha inserito il comma 9-bis nell’articolo 119 del DL rilancio, il quale dispone che: « Le deliberazioni dell’assemblea del condominio aventi per oggetto l’approvazione degli inter-venti di cui al presente articolo sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno 1/3 del valore dell’edificio ».

(24) Il limite non si applica per gli interventi effettuati sulle parti comuni condominiali.

(25) La circolare n. 24/E, al par. 1.1 « Condomìni », così recita al riguardo: « Tenuto conto della locuzione utilizzata dal legislatore riferita espressamente ai “condomìni” e non alle “parti comuni” di edifici, ai fini dell’applicazione dell’agevolazione l’edificio oggetto degli interventi deve essere costituito in condominio secondo la disciplina civilistica prevista ». Ne ricava che il « superbonus » non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti.

3.14 ENEL (audizione del 29 ottobre 2020) Necessità di:

semplificare la normativa e gli aspetti procedimentali;

semplificare la procedura di cessione del credito;

estendere il periodo di vigenza del « superbonus » fino al 2023;

estendere i benefici ai soggetti IRES, ai monoproprietari di edifici con due o più unità immobiliari(26), alle unità immobiliari non resi-denziali.

3.15 ENI (audizione del 29 ottobre 2020) Necessità di:

estendere fino al 2024 il periodo di vigenza del « superbonus »;

semplificare la procedura di cessione del credito in caso di lavori condominiali;

estendere l’applicabilità del « superbonus »:

alle parti comuni degli edifici anche nel caso dei condomìni con mono-proprietario(27) o con presenza di appartamenti di proprietà di società di gestione del risparmio;

agli investimenti in capacità produttiva utilizzabile per auto-consumo collettivo e comunità energetiche;

creare strumenti di garanzia per le imprese per avere accesso ai finanziamenti « ponte »;

permettere l’accesso al « superbonus » non solo per la sostitu-zione dell’impianto esistente di climatizzasostitu-zione invernale, ma anche in caso di nuova installazione in assenza di generatore presso l’immobile.

3.16 SAINT-GOBAIN ITALIA (audizione del 29 ottobre 2020) Necessità di:

prevedere un valore di « trasmittanza termica per gli interventi di isolamento termico meno severo »;

considerare, nell’imposizione dei limiti di trasmittanza termica, la valutazione dei « ponti termici », che rilevano per il raggiungimento degli obiettivi di miglioramento energetico;

stabilizzare o, in subordine, estendere il periodo di vigenza del

« superbonus »;

emanare un Testo unico in materia.

(26) Ibidem.

(27) Ibidem.

3.17 ORDINE DEI COMMERCIALISTI (audizione del 4 novembre 2020)

Sistematicità della normativa Necessità di:

emanare un Testo unico in materia;

dare sistematicità alla normativa stessa e alle prassi applicative attraverso una sorta di « testo unico delle interpretazioni »;

far diffondere all’Agenzia delle entrate una circolare annuale interamente dedicata ai chiarimenti sulle detrazioni in materia edilizia.

Applicabilità del « superbonus » ai soli edifici residenziali

Necessità di estensione del « superbonus » alle unità immobiliari non residenziali.

Immobili vincolati

Necessità di intervenire normativamente riguardo agli edifici sui quali insistono vincoli storico-artistici o paesaggistici, data l’impossi-bilità di interventi di isolamento sul loro involucro che possano portare al miglioramento di almeno due classi energetiche.

Edifici composti da più unità immobiliari riconducibili a un unico proprietario

Necessità di riconoscere anche a tale fattispecie il « superbonus » per interventi sulle parti comuni(28).

Imponibilità fiscale del corrispettivo derivante dallo sconto in fattura o dalla cessione

Necessità di integrare l’articolo 121 del DL rilancio, dato che nell’ipotesi di sconto in fattura o cessione di credito il corrispettivo per l’impresa potrebbe risultare fiscalmente imponile in caso di applica-zione letterale del complessivo quadro normativo.

Sismabonus acquisti

Necessità di chiarire se il beneficio sull’acquisto dell’unità immo-biliare spetti, per gli acconti pagati nella finestra temporale agevolata, anche quando i lavori si trascinano oltre il termine ultimo della finestra medesima (attualmente il 31 dicembre 2021, sia ai fini del sismabonus che ai fini del « superbonus »).

Potestà dell’assemblea del condominio sulle opzioni da « superbo-nus »

Necessità di equilibrare la potestà dell’assemblea di condominio con il diritto del singolo condomino. Infatti, la facoltà di decisione in merito all’esercizio delle opzioni, attribuita all’assemblea condominiale dal comma 9-bis dell’articolo 119, comprime il diritto del singolo

(28) Ibidem.

condomino che intenda avvalersi della detrazione con modalità diverse da quelle decise dalla maggioranza dei condòmini.

Compenso straordinario amministratore di condominio e spese general contractor

Necessità di includere nell’agevolazione sia le spese sostenute a titolo di compenso straordinario dell’amministratore di condominio, sia quelle accordate al general contractor.

Durata dell’incentivo

Necessità di prorogare la misura almeno fino al 2024.

3.18 EDISON – memoria pervenuta il 16 ottobre 2020 (senza svolgimento di audizione)

Durata dell’incentivo

Necessità di stabilizzare l’incentivo o, in subordine, estenderne la durata di tre anni.

Ampliamento platea beneficiari

Necessità di riconoscere il « superbonus » alle imprese e al settore pubblico non residenziale (in particolare strutture scolastiche e sani-tarie).

Necessità di semplificazione

Necessità di semplificare l’intero quadro normativo e procedimen-tale.

Utilizzo del credito fiscale negli anni successivi

Necessità di garantire l’utilizzo integrale dei crediti d’imposta acquisiti, eliminando il divieto di riporto agli anni successivi della quota non utilizzata nell’anno.

Compensazione crediti di imposta

Necessità di consentire la compensazione delle detrazioni da « su-perbonus » con ogni forma di tributo(29).

Ritiro dedicato dell’energia

Necessità di sopprimere l’obbligo di Ritiro dedicato da parte del Gestore dei servizi energetici dell’energia non autoconsumata prodotta dagli impianti che usufruiscono del « superbonus ».

(29) Tale compensabilità risulta già applicabile alla luce anche dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate (v. par. 5 della circolare n. 24/E dell’8 agosto 2020) che, nel richiamare l’applicabilità in materia dell’art. 17 del D. Lgs. 241 del 1997, afferma la compensabilità del credito da « superbonus » con le altre forme di tributo a mezzo mod.

F24.

Incentivazione dei sistemi di accumulo

Necessità di annoverare fra gli interventi trainanti anche la sola installazione dei sistemi di accumulo ad integrazione degli impianti esistenti, in ragione dei benefici che questi apportano al sistema elettrico.

3.19 SNAM – memoria pervenuta il 6 novembre 2020 (senza svolgimento di audizione)

Semplificazione in caso di lavori trainati

Necessità di permettere, nel caso di specie, che sia emessa fattura nei confronti di un soggetto unico (il condominio) con effetti di semplificazione in particolare per la comunicazione all’Agenzia delle entrate, che sarebbe demandata ad un soggetto unico per tutto il condominio.

Estensione incentivi ai Comuni che gestiscono l’edilizia residen-ziale pubblica

Necessità di consentire ai Comuni di usufruire degli incentivi a condizione che sul territorio non siano stati costituiti gli enti di gestione di cui all’articolo 119, comma 9, lettera d), del DL Rilancio.

Impianti di riscaldamento per l’Edilizia Residenziale Pubblica Necessità di prevedere un obbligo di conversione degli impianti di riscaldamento da autonomo a centralizzato entro il 2025 per l’Edilizia Residenziale Pubblica. Ciò consentirebbe agli enti gestori di eliminare i centri di pericolo delle condotte di evacuazione dei primi e allo stesso tempo di ridurre i costi non dovendo più provvedere alla sostituzione degli stessi.

Conversione impianti di riscaldamento da autonomo a centraliz-zato

Necessità di favorire la sostituzione degli impianti di riscaldamento autonomo con impianti centralizzati prorogando al 30 giugno 2023 il

Necessità di favorire la sostituzione degli impianti di riscaldamento autonomo con impianti centralizzati prorogando al 30 giugno 2023 il

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://123dok.org/article/ambito-oggettivo-applicazione-commissione-parlamentare-vigilanza-anagrafe-tribu.yngnr2pp”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.