........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Acquisto case antisismiche: 110% con rogito al 31 dicembre #adessonews


Condividi l’articolo: Sismabonus acquisti 110%, rogito a fine 2022. Obbligo del Pos da luglio

Dagli emendamenti in sede di conversione in legge del decreto Pnrr (Dl n. 36/2022) arriva una proroga per l’utilizzo del del c.d. sismabonus acquisti nella misura maggiorata al 110%. Confermata, invece, l’applicazione dal 1° luglio 2022 delle sanzioni in caso di mancata accettazione, da parte di un soggetto obbligato, di un pagamento di qualsiasi importo, con una carta di pagamento di debito, di credito o prepagata.

Si attende, ovviamente, la conclusione dell’iter di conversione del provvedimento.

Sismabonus acquisti al 110% al 31/12, ma con paletti

L’agevolazione in parola sporge nel momento in cui un’impresa ricostruisce edifici interi per ridurne il rischio sismico. L’acquirente di tali immobili può avvalersi di uno sconto fiscale sul prezzo di vendita del 75%, se la demolizione ha portato il miglioramento di una classe di rischio, e dell’85% se le classi di rischio movimentate passano a due. In sede di superbonus si è giunti ad applicare la percentuale del 110 per cento.

Finora la norma base non è stata ritoccata: pertanto per l’applicazione del 110% era chiesto di effettuare il rogito entro il 30 giugno 2022.

Come detto, con un emendamento presentato in commissione al Ddl di conversione del Decreto PNRR, è stato proposto un allungamento dell’applicazione dello sconto, anche se con precise condizioni.

Vediamo quale situazione si prospetta.

Dunque, viene consentita la possibilità di posticipare il termine di stipula dell’atto definitivo di compravendita fino al 31 dicembre 2022. Tuttavia, ciò sarà consentito solo se:

  • viene sottoscritto il contratto preliminare di compravendita entro il 30 giugno 2022 (con regolare registrazione dello stesso);
  • sono stati versati acconti mediante il meccanismo dello sconto in fattura ed è stato maturato il relativo credito d’imposta;
  • è stata ottenuta la dichiarazione di ultimazione dei lavori strutturali, del collaudo degli stessi, nonché dell’attestazione del collaudatore statico volta ad asseverare il raggiungimento della riduzione di rischio sismico;
  • l’immobile è stato accatastato almeno in categoria F/4.

Sanzioni per mancata accettazione di pagamento elettronico

Dal 1° luglio i soggetti obbligati ad accettare pagamenti, per qualsiasi importo, con una carta di pagamento di debito, di credito o prepagata saranno soggetti ad una sanzione qualora non ottemperino.

In sede di conversione del Dl n. 36/2022 non si è arrivati a trovare un accordo per prorogare la norma.

Si ricorda che il Dl 152/2021 aveva previsto l’introduzione della sanzione in parola ma dal 2023; ma il Decreto PNRR ne ha anticipato l’entrata in vigore al 1° luglio 2022.

Pertanto, i soggetti che vendono prodotti e coloro che svolgono servizi, anche professionali, dal 30 giugno 2022 dovranno dotarsi del Pos ed accettare pagamenti elettronici.

A quanto ammonta la sanzione? A 30 euro, con un aumento del 4% del valore della transazione rifiutata.

Come sottolineato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro, ciò non trova applicazione in caso di “oggettiva impossibilità tecnica”: in questi casi, infatti, valgono le norme generali sulle sanzioni amministrative previste dalle Legge n. 689/1981, con riferimento alle procedure e ai termini, a eccezione dell’articolo 16 che disciplina il pagamento in forma ridotta.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://edotto.com/articolo/sismabonus-acquisti-110-rogito-a-fine-2022-obbligo-del-pos-da-luglio”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.